Lo sapevi che?

Ferite e abrasioni cutanee: come medicarle

Ferite e abrasioni cutanee: spesso si tende un po’ a confondere le due. A fare la differenza è che quando si parla in senso stretto di abrasioni, si intendono ferite senza fuoriuscita di sangue e, quindi, dalla guarigione solitamente più veloce (di solito entro alcuni giorni).

Che si tratti di ferite o abrasioni è importante trattarle utilizzando prodotti specifici per la disinfezione cutanea, così da ridurre al minimo il rischio di infezioni. La pelle umana infatti non è affatto sterile e lo è ancora meno in presenza di ferite e abrasioni.

Euclorina® Polvere Solubile è un prodotto che, grazie alla sua azione disinfettante, rallenta e impedisce la crescita di batteri in caso di ferite superficiali, abrasioni e piaghe.

Ma come comportarsi per la medicazione di abrasioni e ferite?

Come medicare le ferite

Prima di una qualsivoglia medicazione, è bene lavare con cura le mani per igienizzarle dalla presenza di eventuali batteri che possono andare ad infettare la ferita.

Fatto questo si parte, solitamente, dalla pulizia accurata delle ferite stesse utilizzando acqua, preferibilmente sterile. In questa fase è indispensabile stare attenti a rimuovere, con delicatezza, ogni corpo estraneo presente all’interno della ferita, come polvere, terra o sassolini.

Una volta pulita, si potrà disinfettare utilizzando un prodotto disinfettante specifico ad azione antisettica e disinfettante.

Utilizzando una garza sterile è, quindi, possibile fasciare la ferita. Non bisogna stringerla troppo ma nemmeno, al contrario, non farla aderire bene alla lesione stessa.

Approccio leggermente diverso nel caso di ferite particolarmente gravi e contraddistinte da una forte perdita di sangue. In una condizione simile è meglio non cercare di rimuovere alcun residuo (si rischierebbe di far aumentare l’emorragia) e limitarsi a tamponare la ferita in attesa dei soccorsi.

Come medicare le abrasioni

Le abrasioni della pelle sono particolari tipologie di lesioni che derivano da un evento traumatico e che, contrariamente a quanto avviene nel caso delle ferite vere e proprie, non sono contraddistinte da una fuoriuscita di sangue. Di norma, le abrasioni tendono a guarire in maniera spontanea e senza particolari cure, nell’arco di alcune giornate al massimo. La crosticina che si forma in corrispondenza della zona colpita, di colore giallo, è costituita da piccolissime quantità di linfa e tende a seccarsi e a cadere autonomamente senza lasciare alcuna cicatrice.

Quando le abrasioni sono più estese e, comunque, sono state provocate da sfregamenti con asfalto o terra, è bene agire per evitare che eventuali germi riescano a penetrare nell’organismo dando luogo a processi infettivi. Ecco perché, in questo caso, è consigliabile il lavaggio dell’abrasione cutanea con semplice acqua e sapone, il trattamento con una soluzione disinfettante e la successiva protezione con cerotti.

Per favorire la guarigione delle abrasioni (ma questo vale in generale per ogni tipo di ferita) è importante non grattare le crosticine che si formano: verranno via da sole nell’arco di poco tempo e, soprattutto, senza lasciare alcun segno del proprio passaggio (ovvero cicatrici).

Salute della pelle

Euclorina Polvere Solubile

Euclorina® Polvere Solubile con la sua azione disinfettante è forte contro i batteri e delicata sulle mucose.

Euclorina Proderma

Euclorina® ProDERMA favorisce una rapida cicatrizzazione delle ferite, creando una barriera protettiva contro le aggressioni microbiche e favorendo i processi di rigenerazione tissutale.

Euclorina® ProDERMA Idratante Nutriente

Qual è il prodotto Euclorina® più adatto a te?
Trova Euclorina®